Contributi Pubblici 2016-10-24T15:19:55+00:00

Contributi pubblici

PER Il SINGOLO

Formazione Continua ad Iniziativa Individuale (FCI): corsi svolti in orario serale o preserale caratterizzati da una durata massima di 200 ore e finalizzati all’aggiornamento, alla qualificazione o alla riqualificazione delle competenze dei singoli che possono accedervi con scelta autonoma. Per la realizzazione di tali attività la Provincia rilascia al partecipante un “voucher” che copre una quota pari all’80% del costo complessivo del corso.

Che cos’è il “voucher” ?

La Provincia di Alessandria rilascia ai lavoratori, che intendano prendere parte ad una o più attività presenti all’interno del Catalogo dell’Offerta Formativa (FCI), un “Buono di Partecipazione” o “Voucher” per un valore massimo complessivo non superiore a € 3.000 pro capite nell’arco di validità dei cataloghi relativi agli anni 2010, 2011 e 2012.
Il Voucher copre, per ogni attività formativa dei lavoratori, una quota non superiore all’80% del costo complessivo  della stessa, mentre può arrivare a coprire l’intero costo del corso nel caso di lavoratori in cassa integrazione straordinaria, mobilità o con indicatore ISEE pari o inferiore a euro 10.000.000 (diecimila) annui e alle persone inoccupate/disoccupate individuate dai Centri per l’Impiego della Provincia di Alessandria.
Ne deriva che il lavoratore che prende parte ad una o più attività, è tenuto a pagare una quota individuale pari al 20% del costo complessivo del corso.
Affinché la Provincia eroghi il contributo richiesto è necessario che il partecipante frequenti almeno i 2/3 delle ore della durata del corso.


 

PER L’AZIENDA

IL FONDO FONDIMPRESA

Cos’è FONDIMPRESA?
Fondimpresa è il Fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua costituito da Confindustria, CGIL, CISL e UIL, che consente a tutte le aziende l’accantonamento e l’ utilizzo del contributo versato all’INPS destinato alla formazione e all’aggiornamento dei propri dipendenti.
Il Fondo serve a finanziare piani formativi aziendali, settoriali e territoriali concordati tra le parti sociali.

Tutte le aziende di qualunque settore economico possono chiedere all’INPS di trasferire il proprio contributo dello 0,30% a Fondimpresa, a cui potranno rivolgersi per ottenere il finanziamento di piani di formazione e aggiornamento rivolti ai propri quadri, impiegati e operai.
Fondimpresa, ad oggi, risulta il più importante fra i Fondi Interprofessionali nazionali per la formazione continua, in grado di rappresentare l’industria italiana in maniera trasversale alle dimensioni e ai settori produttivi, avendo un peso pari al 47% del totale dei fondi e coinvolgendo quasi 70 mila aziende ed oltre 3.3 milioni lavoratori.

Come aderire
Aderire a Fondimpresa, non comporta alcun onere aggiuntivo; solo vantaggi, perché il contributo dello 0.30% è comunque obbligatorio e non destinarlo a Fondimpresa significa privarsi di una opportunità. (Per aderire è sufficiente scrivere sul modello DM 10/2 “adesione fondo” e indicare la sigla di Fondimpresa “FIMA” aggiungendo anche il numero dei dipendenti interessati all’obbligo contributivo).

Conto formazione aziendale
Il Conto Formazione di Fondimpresa è uno strumento per abbattere i costi della formazione aziendale caratterizzato da velocità, certezza delle risorse e semplicità di procedure.
Le risorse finanziarie che affluiscono nel Conto Formazione sono a completa disposizione dell’azienda titolare, che può utilizzarle per fare formazione ai propri dipendenti nei tempi e con le modalità che ritiene più opportuni, sulla base di Piani formativi aziendali o interaziendali condivisi dalle rappresentanze delle parti sociali.
Mediante il Conto Formazione l’azienda, nei limiti delle disponibilità finanziarie risultanti sul proprio Conto Formazione, può pianificare e realizzare la formazione aziendale a misura delle proprie specifiche necessità: pertanto gli argomenti della formazione, la metodologia formativa e la durata della formazione vengono definiti sulla base delle esigenze espresse dall’impresa.
I corsi di formazione possono essere organizzati presso la sede aziendale ovvero in una diversa sede formativa.
Le domande possono essere presentate dalle aziende interessate in qualunque momento dell’anno.
L’attività di verifica delle domande presentate viene effettuata da Fondimpresa entro 30 giorni dalla data di presentazione.
Successivamente i Piani formativi approvati devono essere realizzati nell’arco di un periodo di 12 mesi dalla data di avvio indicata nel Piano.
Costi a carico dell’impresa
Le risorse del Conto Formazione possono finanziare fino ai due terzi della spesa complessiva di ciascun Piano formativo, mentre il restante terzo è a carico dell’impresa e può essere coperto con la spesa sostenuta per i propri dipendenti in relazione alle ore di partecipazione alle attività di formazione.
Scadenza utilizzo risorse al 31.12.2010
Le risorse accantonate nel Conto Formazione entro il 31.12.2008 hanno 4 anni di validità, quelle accantonate a partire dal 01.01.2009 hanno 2 anni di validità. Scaduto questo termine, non sono più a disposizione dell’azienda.
Il 31 dicembre 2010 scade il termine assegnato dal Regolamento di Fondimpresa alle aziende che hanno aderito prima del 2007 per utilizzare tutti i versamenti dello 0,30% effettuati tramite l’INPS nel triennio 2004/2006 e trasferiti sul loro Conto Formazione.

Istituto Gamma di Tortona inoltre offre supporto per l’accesso ai contributi alle aziende che aderiscono anche agli altri fondi interprofessionali.